Chi siamo | Contatti | Mappa italiano inglese

 

POR MARCHE OB. 2 FSE 2007/2013. ASSE V Ob. specifico m, cat.74. AVVISO PUBBLICO: “Che fisico !” - Borse di ricerca a giovani laureati marchigiani presso il CERN di Ginevra.

POR MARCHE OB. 2 FSE 2007/2013. ASSE V Ob. specifico m, cat.74. AVVISO PUBBLICO: “Che fisico !” - Borse di ricerca a giovani laureati marchigiani presso il CERN di Ginevra.

venerdì 11 luglio 2014

La Regione Marche, al fine di contrastare l’aumento della disoccupazione, in particolare giovanile, che ha avuto soprattutto nell’ultimo biennio un tasso di crescita preoccupante, causa la sfavorevole congiuntura internazionale e le difficoltà conseguenti alla grave crisi economico-finanziaria, ha da tempo messo in campo diverse politiche di sostegno rivolte in particolare ai giovani.
L’efficacia migliore, desumibile dalle analisi placement condotte nell’ambito delle attività del POR Marche FSE, risulta essere quella delle cosiddette “Work experiences” (tirocini formativi, borse di studio e di lavoro, borse di ricerca, ecc..)
Tali interventi, attuati nel territorio regionale, hanno avuto in generale, un buon impatto sul mercato del lavoro giovanile e hanno dimostrato l’efficacia di tale strumento sia ai fini della maturazione di un’esperienza professionale sia ai fini dell’inserimento nel mercato del lavoro pertanto, la Regione Marche ritiene opportuno continuare in tale direzione.
L’alta formazione e la stretta relazione fra i centri di ricerca d’eccellenza e il mondo produttivo sono le direttrici da privilegiare per favorire l’uscita dalla crisi e consentire alle Marche di farsi trovare pronta a competere nel nuovo sistema economico che il mondo vivrà al termine di questa crisi globale.
Alla luce di quanto sopra, la Giunta Regionale ha ritenuto indispensabile, oltre alle già collaudate collaborazioni con le Università marchigiane, ampliare l’orizzonte dei soggetti altamente qualificati, sia nazionali che internazionali, con i quali instaurare collaborazioni e progetti di ricerca.  
In tale ottica, già in data 4 Aprile 2012, la Regione Marche ha stipulato un protocollo di intesa con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN)  nel quale è stata concordata la volontà di avviare e sostenere iniziative che concorrano a promuovere alta formazione e attività di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico. 
Al fine di rafforzare ulteriormente gli ambiti di collaborazione in tali settori, la Regione ha avviato da alcuni mesi proficui contatti con il CERN, Centro Europeo di Ricerca Nucleare con sede a Ginevra (CH), uno dei più importanti organismi internazionali di ricerca scientifica e tecnologica, convergendo sulla opportunità di addivenire a una collaborazione strutturata in tale settore.
Con Delibera della Giunta Regionale n°432 del 14.04.2014, la Regione ha approvato lo schema di accordo quadro di cooperazione tra la Regione medesima e il CERN, conferendo il mandato al Presidente della Giunta Regionale per procedere alla sottoscrizione del suddetto accordo.
In data 04.07.2014 detto accordo è stato sottoscritto dalle parti e resterà in vigore per un periodo di 2 anni (due anni) rinnovabile con accordo scritto fra Regione Marche e CERN. Il testo di tale accordo contiene anche un allegato recante le possibili aree di collaborazione, nonché uno specifico addendum relativo al primo progetto che si ritiene congiuntamente di avviare, quello appunto delle borse di ricerca per giovani laureati residenti nelle Marche, denominato “Che fisico!”

La collaborazione si sviluppa lungo tre assi:

1. Industriale e Trasferimento Tecnologico: Dare possibilità alle imprese marchigiane di prendere visione delle opportunità di partecipare a gare e commesse al CERN per la fornitura di beni e servizi e delle opportunità di stabilire possibili partnership industriali per lo sviluppo di tecnologie e/o prodotti commerciali basati su tecnologie/expertise CERN.

2. Formazione capitale umano: Creare opportunità di formazione e trasferimento di conoscenza di alto livello presso il CERN per giovani marchigiani neo-laureati, dottorandi e dottorati in Ingegneria, Fisica e Informatica con borse di studio. In aggiunta si considerano brevi stage formativi estivi per studenti universitari e professori di scuole superiori.

3. Progettuale: Avviare possibili progetti di ricerca applicata di interesse comune con Consorzi di Ricerca e Università regionali in ambiti ICT GRID/Cloud, tecniche medicali diagnostiche, materiali innovativi, meccanica etc.
Nell’ambito dell’attività di cui al precedente punto 2, si ritiene di attivare innanzitutto un progetto di alta formazione di giovani Ingegneri, Fisici e Informatici, in grado di trasferire poi innovazione tecnologica nel sistema delle imprese marchigiane.

Vai al bando