Chi siamo | Contatti | Mappa italiano inglese

Comitato di Sorveglianza 

Il Comitato di Sorveglianza (CdS) è l'organo incaricato di accertare l'efficacia e la qualità dell'attuazione del Programma Operativo durante l'esecuzione degli interventi lungo tutto il periodo di programmazione. Esso è istituito, con atto formale, entro 3 mesi dalla data di notifica allo Stato membro della decisione di approvazione del programma.

In particolare svolge le seguenti funzioni:

  1. esamina ed approva, entro sei mesi dall'approvazione del Programma Operativo, i criteri di selezione delle operazioni finanziate e approva ogni revisione di tali criteri secondo le necessità della programmazione;
  2. valuta periodicamente i progressi compiuti nel conseguimento degli obiettivi specifici del Programma Operativo sulla base dei documenti presentati dall'Autorità di Gestione;
  3. esamina i risultati dell'esecuzione, in particolare il conseguimento degli obiettivi fissati per ciascun asse prioritario, nonché le valutazioni di cui all'articolo 48.3 del Regolamento (CE) del Consiglio n. 1083/2006;
  4. esamina e approva i rapporti annuali e finali di esecuzione prima della loro trasmissione alla Commissione europea;
  5. è informato in merito al rapporto annuale di controllo e alle eventuali osservazioni espresse al riguardo dalla Commissione in seguito all'esame del Rapporto;
  6. può proporre all'Autorità di Gestione qualsiasi revisione o esame del Programma Operativo di natura tale da permettere il conseguimento degli obiettivi dei Fondi o da migliorarne la gestione, compresa quella finanziaria;
  7. esamina ed approva qualsiasi proposta di modifica inerente al contenuto della decisione della Commissione relativa alla partecipazione dei Fondi.

Il CdS del Programma Operativo, istituito in conformità dell'art. 63 del Regolamento (CE) n.1083/2006, è presieduto dall'Assessore alle Politiche Comunitarie.

La composizione del CdS è decisa dallo Stato membro d'intesa con l'Autorità di Gestione e prevede la presenza dei soggetti cofinanziatori, dei responsabili dell’attuazione degli interventi oltre che dei rappresentanti delle parti economiche, sociali e istituzionali:

  • Commissione europea;
  • Ministero dell'Economia e delle Finanze;
  • Ministero dello Sviluppo Economico;
  • Responsabili delle linee d'intervento del programma;
  • Rappresentanti della BEI;
  • Rappresentanti delle parti sociali, economiche ed istituzionali della Regione.

Il suo funzionamento è stabilito da un apposito Regolamento interno, approvato dal Comitato stesso nella sua prima riunione.

L'organizzazione delle funzioni relative all'attività del Comitato e la predisposizione di tutto il materiale connesso è curata dalla Segreteria Tecnica del Comitato.

Sessione del Comitato di Sorveglianza del 18 Giugno 2014
Sessione del Comitato di Sorveglianza del 30 Maggio 2013
Verbali delle riunioni dei Comitati di Sorveglianza FESR (2007-2013)


Contatti

Segreteria tecnica del Comitato di Sorveglianza POR FESR Marche 
Competitività regionale ed Occupazione - Periodo 2007/2013
 
P.F. Politiche Comunitarie
Via Gentile da Fabriano n. 2/4
60125 Ancona

Tel. 071.806 3223
Fax 071.806 3037

Dott. Lucio Pesetti
Tel. 071.806 3675

StampaVersione stampabile