Chi siamo | Contatti | Mappa italiano inglese

La politica di coesione 2014-2020

La politica di coesione dell’unione europea è il principale strumento per  raggiungere gli  obiettivi di Europa 2020.
Le proposte legislative per la politica di coesione nel periodo 2014-2020, adottate dalla Commissione europea il 6 ottobre 2011, entreranno in vigore nel 2014.

Le nuove proposte puntano ad una concentrazione tematica degli investimenti, che saranno indirizzati verso  un numero ridotto di priorità, in linea con gli obiettivi a lungo termine di “Europa 2020”:

  1. Ricerca e innovazione 
  2. Tecnologie dell’informazione e della  comunicazione (TIC)
  3. Competitività delle Piccole e Medie Imprese (PMI)
  4. Transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio
  5. Adattamento ai cambiamenti climatici  e prevenzione e gestione dei rischi
  6. Tutela dell’ambiente ed efficienza delle risorse
  7. Trasporto sostenibile e rimozione delle strozzature nelle principali infrastrutture di rete
  8. Occupazione e sostegno alla mobilità dei lavoratori
  9. Inclusione sociale e lotta alla povertà
  10. Istruzione, competenze e apprendimento permanente
  11. Potenziamento della capacità istituzionale e amministrazioni pubbliche efficienti.

Guarda i video sulle novità della programmazione 2014-2020 

Programmazione 2014-2020: documentazione sulla nuova politica di coesione

Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (20 dicembre 2013), entra in vigore il nuovo pacchetto legislativo sulla politica di coesione per il periodo 2014-2020. Il pacchetto comprende una serie di norme comuni ai diversi fondi europei di investimento - Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr), Fondo sociale europeo (Fse), Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr), Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Feamp) - e i regolamenti specifici relativi a ciascun fondo. Approvati anche due regolamenti concernenti l’obiettivo cooperazione territoriale europea e il gruppo europeo di cooperazione territoriale (Gect).

I nuovi POR (Programmi Operativi Regionali) FESR e FSE
L'Assemblea legislativa della Regione Marche, nella seduta del 17 luglio 2014, ha approvato il POR Marche del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020 e il POR Marche del Fondo Sociale Europeo 2014-2020, demandando alla Giunta regionale, tramite la struttura "Politiche comunitarie e Autorità di gestione FESR e FSE”, gli adempimenti relativi alla procedura negoziale con la Commissione Europea.

Qui di seguito pubblichiamo i 2 Programmi Operativi Regionali approvati definitivamente dalla Commissione Europea con le relative Decisioni di esecuzione. 



 Accordo di Partenariato



Regolamenti comunitari sulla politica di coesione 



Documentazione relativa al negoziato sulla nuova Politica di Coesione

 
Politica di coesione 2014-2020: documenti ufficiali - Dal sito della Commissione europea
Politica di coesione 2014-2020: proposte legislative - Dal sito della Commissione europea



Il budget comunitario 2014-2020

Il Quadro Finanziario pluriennale (QFP)  è lo strumento attraverso il quale l’Unione Europea fissa, in relazione a tutte le aree di spesa, il massimale degli stanziamenti per un arco temporale di sette anni. In esso è compresa anche la previsione finanziaria per annualità. Il prossimo QFP copre il periodo 2014-2020. Il bilancio pluriennale dell’Unione Europea è stato adottato dal Consiglio dell’UE all’unanimità il 2 dicembre 2013, dopo aver ottenuto il consenso del Parlamento Europeo il 19 novembre.